porto
trasphomephone

Giuseppe Noberasco

Nato da madre casalinga e padre architetto, frequentò la prima elementare in via Ambrogio Aonzo, completò le elementari e la licenza ginnasiale presso i Padri Scolopi a Savona.
Si diplomò al Liceo Classico Chiabrera nel 1939. Si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza di Torino e successivamente a quella di Genova. Nello stesso anno si iscrisse al PCI clandestino. 
Nel 1942 venne chiamato alle armi dal decreto di Mussolini che considerava volontari tutti gli universitari aventi diritto al rinvio di leva. Inviato alla Scuola Allievi Ufficiali di Fano, alla visita di controllo fu dichiarato non idoneo alle fatiche di guerra ed inviato al Comando del 90º Reggimento Fanteria di stanza a Savona. Trasferito a Genova Pontedecimo l'8 settembre al Comando di un Plotone della Territoriale.
Per il rifiuto alla resa fu catturato dai tedeschi ma fuggì con tutti i suoi soldati.

Nel febbraio 1944 a Savona, compare il giornale "La voce dei giovani" organo del locale nucleo del Fronte della gioventù, fondato e diretto da Giuseppe Noberasco, coadiuvato da Francesco Vigliecca e Stefano Peluffo.
Noberasco Giuseppe2Partigiano, con il soprannome di Gustavo, operò sia a Savona che a Genova, dove fu comandante delle SAP e fu tra gli organizzatori della insurrezione di Genova del 24 aprile 1945.
Con il cospirativo “Gustavo”, fondò con Peluffo, Vigliecca e Mariuccia Fava il Fronte della Gioventù Savonese.
Scoperto dalla milizia fascista riparò a Genova dove riorganizzò il decimato Fronte della Gioventù Genovese. Conobbe Anna Pirc che diverrà sua moglie.
Nell'estate del 44' entrò nelle SAP Genovesi divenendone Comandante Militare e come tale partecipò all'insurrezione del 25 aprile 1945. Dopo la Liberazione fu inviato dal Partito alla Redazione de l'Unità di Genova in qualità di Amministratore.

Noberasco GiuseppeAderì al Partito Comunista nella clandestinità, fu poi vice sindaco di Savona, 1970, e deputato del PCI per due legislature:1972 e 1976. È stato segretario delle federazioni del PCI di Savona e, dal 1954 al 1960, di Genova.
È stato tra i fondatori del PD in Liguria.

Nel 1945 sposò Anna Pirc con la quale ebbe due figli, Vladimiro e Carlo.
Il 12 novembre 2011, in Albissola Marina, si tenne la cerimonia di intitolazione della locale Sezione dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia alla figura dell'On. Giuseppe Noberasco, decorato di Medaglia d'Argento al Valor militare per i meriti conseguiti nella lotta di Liberazione e già Presidente della stessa Sezione.

Mostre online

cat impronta 2017Cover musicaribellecover carlo giustoforme 2015cover copertina unita prima paginaEBerlinguer sguardi artisti

Il sito web centofiori.it utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Informativa